W LA MOTO Forum W LA MOTO Forum

Vai indietro   W LA MOTO Forum > LA BACHECA DEI GRANDI VIAGGI > LA BACHECA DEI GRANDI VIAGGI

LA BACHECA DEI GRANDI VIAGGI
In questa bacheca troverete i report di viaggio più entusiasmanti redatti dagli utenti e scelti dallo staff del forum per appassionare i lettori ed ispirarli nella preparazione dei loro viaggi

 
 
LinkBack Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
  #1 (permalink)  
Vecchio 11-05-2010, 11: 35
L'avatar di Jtrottle
il fotografo valutatore
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Naples
Messaggi: 761
predefinito La mia prima volta a Garmisch, BMW days [Jtrottle]

Garmisch 08 - BMW Motorrad Days 3-6/07















La tenda di Luigi



Che approccio...







Il castello...



On the road








Decisione definitiva presa all’ultimo momento, ma concretizzata e con un grande compagno di viaggio: Luigifiorillo. Grazie.

Mercoledì sera, preparativi frenetici, solo il giorno prima ho ritirato la moto dal meccanico (grazie Piero), con le Michelin Anakee 2 nuove di pacca, comprato il nuovo casco (Nolan N-103).
Partenza il giovedì mattina alle 7.30 da Napoli, dovevano essere le 7.00 ma come al solito ero in ritardo. Saluto Anna Lisa, che nonostante la “panza” (incinta), mi ha aiutato a caricare la moto, e via. Alle 12.00 circa eravamo in prossimità di Firenze, gran caldo, una fila di tir sulla destra bloccati per lavori, l’altra corsia con le auto a passo d’uomo, e noi a zigzagare al centro per poter comunque procedere e sfuggire alla calura. Appena si scorre un po’ di più, la sirena di una volante della polizia ci “consiglia” di seguirli, usciamo dall’autostrada, poco prima del casello parcheggiamo, controllano le moto, i documenti, poi ci dicono che devono multarci: guida pericolosa! Stavamo zigzagando tra le auto. Scusandoci spieghiamo (in modo molto accorato) le nostre motivazioni e loro ci rispondono che siccome gli sembriamo “ragionevoli” ci lasciano andare indenni.
Arriviamo intorno alle 18.00 a San Michele all’Adige Mezzocorona (Trento), sosta in un bar, dove chiediamo di raggiungere i passi (Tonale, Gavia, Stelvio, Resia), per poi arrivare in serata (o nottata) a Garmisch; il barista dice che siamo matti e ci consiglia di fare al massimo un passo e poi a letto a riposare. Scettici partiamo verso il Tonale, bellissima la strada, arrivati alla classica tabella per la foto di rito, ripartiamo ma comincia a piovere, siamo in strada da 12 ore, così decidiamo di fermarci in un alberghetto del luogo. Grande cena, doccia, e poi finalmente, letto.
Venerdì mattina, abbondante colazione (Luigi quando mangia è un vero dinosauro), e partenza per i restanti passi in programma prima di puntare i nostri “becchi” verso Garmisch. Questa giornata l’ho denominata “curvolandia” e ne capirete il perché. Raggiungiamo il Gavia, carreggiata strettissima, strada ripida e senza guard-rail, ma uno spettacolo da lasciare senza fiato. Incontriamo una coppia di piemontesi su GS 1200 che decidono di unirsi a noi e che dobbiamo ringraziare con le ginocchia per terra per le numerosissime foto (e anche un video) che ci hanno scattato e ovviamente per la grandissima compagnia. Varie foto e via verso lo Stelvio, l’avvicinamento come guida, è stata la strada che mi è piaciuta di più. Una volta arrivati in cima, pausa, panino con “salsiccia, crauti e senape” (una cosa “leggera”…), e poi discesa dallo Stelvio, rimasto a bocca aperta per tutto il tratto: le cime innevate, il verde, il cielo… La strada per il passo Resia è stata bella a livello panoramico, ma niente di particolare come guida. Appena entrati in territorio austriaco, su consiglio dei nostri nuovi amici decidiamo di non utilizzare strade a pedaggio e prendere strade secondarie. Bellissimo, e in alcuni momenti abbiamo pensato di esserci persi. A parte i vari confini attraversati, Austria, Svizzera, nuovamente Austria e poi Germania. Un mare di curve, dei luoghi da fiaba, stradine strettissime immerse nel verde, fiumi, rocce, veramente indimenticabile.
Arriviamo alle 17.00 a Garmisch, mai viste tante BMW tutte in un solo posto! Montiamo le tende, ovvero i Piemontesi montano la tenda, Luigi scopre che le aste della sua tenda non sono ordinate nel modo giusto, e io guardo loro per capire come montare la mia di tenda. Terminiamo alle 19.00, la tenda di Luigi sembra una delle peggiori tende rom, e per la mia devo ringraziare gli altri, altrimenti avrei dormito all’aperto. Doccia (grandissima organizzazione BMW), cena tipica (salsicce, carne, e ovviamente birra), serata animata musicalmente dai Goodfellas, una coverband che ci ha fatto ballare fino alle 2.00 del mattino.
Sabato mattina, dopo la prima notte in tenda (scassati), ci organizziamo per visitare i vari stand e prenotare i test-ride disponibili. Scegliamo l’enduro park (un percorso enduro), e io e Luigi anche l’X-track (un percorso da cross), dove abbiamo dato spettacolo grazie alle nostre indiscutibili doti di guida (che magra figura…). Nel pomeriggio, non essendo disponibili i modelli da noi scelti per i test-ride su strada (sessioni da ben 90 minuti), decidiamo di andare a visitare il castello di Neuschwanstein (60 km da Garmisch) fatto costruire da Ludwig II di Baviera, e anche conosciuto come castello da fiaba, veramente spettacolare, sia per la location (un parco naturale) che per la particolare architettura. Visitato il castello, scopriamo di aver perso l’ultima corriera per arrivare al piccolo centro dove sono parcheggiate le moto, quindi ulteriore scarpinata! Arriviamo a Garmisch per cena, stracotti! Mangiamo di gusto, c’è un altro gruppo che suona dal vivo, ma c’è molta più gente sotto il tendone ed essendo molto stanchi resistiamo fino a mezzanotte, poi andiamo a dormire.
Domenica, sveglia alle 6.00, rincoglioXXito perso, puntata ai bagni (sembravamo tanti zombi), e poi a smontare il campo. Ovviamente Luigi era pronto una vita prima di me (ha deciso di pensionare la sua tenda “cestinandola” in loco), mi ha aiutato, abbiamo salutato i nostri amici piemontesi, che facevano un’altra strada, e alle 8.30 siamo partiti. Via verso Innsbruck, e poi verso il confine. Brennero, Modena, Bologna, Firenze, stop tecnico, più di 500 km percorsi, poi riprendiamo, ma ero stanchissimo, comincio ad accelerare perché altrimenti mi addormento, mi sono perso Luigi che credeva fossi rimasto indietro. Ci rivediamo in un’area di servizio a 200 km da Napoli. Neanche un caffè per non perdere ulteriore tempo e ci avviamo verso casa. Arrivo a casa alle 20.30, 12 ore per fare più di 1000 km. Kulo piatto, schiena dolente, ma soddisfatto fino al midollo. Ancora un grosso grazie a Luigi che pazientemente ha rispettato i miei tempi biblici, e i nostri nuovi amici.

Di seguito le foto (il primo link sono le mie, il secondo quelle scattate dai “piemontesi”)

Kodakgallery.it*Sequenza di immagini

Kodakgallery.it*Sequenza di immagini
__________________
---------

NO, IL PADRE DELLA SPOSA NO...

---------
BMW R 1150 GS - "Black Beak"

YAMAHA XT 600 '87 (venduta, sob... )
---------
 

Tag
bmw, days, foto, garmisch, jtrottle, mia, prima, report, volta

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are attivo
Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 12: 52.


Powered by vBulletin versione 3.7.4
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.

WLAMOTO.COM Associazione Sportiva Dilettantistica