W LA MOTO Forum W LA MOTO Forum

Vai indietro   W LA MOTO Forum > AREA FORUM > ENTRA NELL' AREA FORUM > GLI APPUNTAMENTI DEGLI ISCRITTI A W LA MOTO > Reports

Reports
I vostri racconti e le vostre avventure. Ancora meglio se illustrati da foto e video

Chiudi la discussione
 
LinkBack Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
  #21 (permalink)  
Vecchio 21-01-2011, 10: 07
L'avatar di Rompinax
la girovaga motarda
 
Registrato dal: Feb 2009
ubicazione: Monopoli (Ba)
Messaggi: 1,925
predefinito

bellissima

__________________
Tiziana R 1200 Gs
viaggio in moto per sentire gli odori del mondo..
Tunisia http://www.youtube.com/watch?v=Ril6RaJjT4g
Marocco http://www.youtube.com/watch?v=fWDnfuoGvXY
Europa dell'est http://www.youtube.com/watch?v=9kLCVluVORo
Siria e Giordania http://www.youtube.com/watch?v=Ijbc9...ayer_embedded#!
Elefante 2011http://www.youtube.com/watch?v=n9q8bMnLoCc
Baltico Russia Ukraina http://www.youtube.com/watch?v=Yjk29LOC-Qk
  #22 (permalink)  
Vecchio 21-01-2011, 11: 40
L'avatar di tonigno
'O Zumo 'e Furcèll'
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Napoli
Messaggi: 8,293
predefinito



Peppì ....


... nonostante tutto quel che ti è accaduto, mi stai facendo venire voglia di provarci anch'io!!





__________________
V Strom 650 ..... KALIMERA! .... la "pulcina" grigio/nera!
  #23 (permalink)  
Vecchio 21-01-2011, 14: 28
L'avatar di Gigoz
insalata mista docg
 
Registrato dal: Jun 2009
ubicazione: Sardinia Island
Messaggi: 2,412
predefinito

MERAVIGLIOSO



.........come Tonigno...... pure a me ste immagini me stanno a stuzzicà.........
__________________
GIGOZ R1200GS
Porceddu Racing Team
  #24 (permalink)  
Vecchio 22-01-2011, 09: 57
L'avatar di Rompinax
la girovaga motarda
 
Registrato dal: Feb 2009
ubicazione: Monopoli (Ba)
Messaggi: 1,925
predefinito

è il fascino del deserto ragazzi...
ha un mistero nascosto che ti rapisce sempre....
__________________
Tiziana R 1200 Gs
viaggio in moto per sentire gli odori del mondo..
Tunisia http://www.youtube.com/watch?v=Ril6RaJjT4g
Marocco http://www.youtube.com/watch?v=fWDnfuoGvXY
Europa dell'est http://www.youtube.com/watch?v=9kLCVluVORo
Siria e Giordania http://www.youtube.com/watch?v=Ijbc9...ayer_embedded#!
Elefante 2011http://www.youtube.com/watch?v=n9q8bMnLoCc
Baltico Russia Ukraina http://www.youtube.com/watch?v=Yjk29LOC-Qk
  #25 (permalink)  
Vecchio 22-01-2011, 12: 07
L'avatar di tonigno
'O Zumo 'e Furcèll'
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Napoli
Messaggi: 8,293
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Gigoz Visualizza il messaggio
MERAVIGLIOSO



.........come Tonigno...... pure a me ste immagini me stanno a stuzzicà.........
Già!!

Con la differenza che tu sei più giovane di me ed hai anche mooolta più esperiena enduristica!

__________________
V Strom 650 ..... KALIMERA! .... la "pulcina" grigio/nera!
  #26 (permalink)  
Vecchio 23-01-2011, 00: 24
L'avatar di el_conguero
webmunnezz
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Aversa
Messaggi: 7,121
predefinito

Lunedì 10 gennaio 2011 - Ore 07:00 Lago Gabron, Awbari

AIM DU LILLAH!! Che in arabo significa: GRAZIE DIO!!Sono le 7 del mattino, in Italia sarebbero le 6, ed infatti in cielo ci sono i primi bagliori dell'alba. Io ormai non riesco più a dormire, in quanto stanotte abbiamo bucato il materassino e la pendenza della duna su cui abbiamo piazzato la tenda, mi costringe a continui movimenti; col piede "in fallo" che mi ritrovo la cosa è abbastanza dolorosa, ma non fa niente: ho dormito quanto basta e di base sono comunque molto contento. Ieri mattina al risveglio il piede era messo melio diquanto potessi aspettarmi, così, anche se con enorme sforzo, ho indossato lo stivale, scoprendo che, avendo la pianta del piede ben salda al terreno, quasi non zoppicavo: AIM DU LILLAH!! Sontato il campo decidiamo di riprendere come da programma per i laghi di Awbari: la nuova direttiva però è quella di evitare dune e sconnessioni vari, in quanto la mia guida rimane comunque abbastanza precaria. Infatti l'unico problema è stato proprio quello di uscire dall'avvallamento di dune dove abbiamo dovuto forzatamente montare il campo mobile. Un po' di stelle le ho viste per un paio di appoggi che ho dovuto fare col piede destro; ma la felicità per essere ritornato in sella ed aver ripreso il viaggio così come da programma ripaga da tutto. Usciti dall'erg ci fermiamo nel wadi antistanti. In arabo erg significa deserto di sabbia, mentre wadi sta per letto di fiume prosciugato. La guida Musa ci raccoglie da terra resti di utensili preistorici. E' molto suggestivo il fatto di trovare con facilità frammenti di vasi, pietre limate ed affilate per tagliare le carni, per essere usate comevpunte di dardi , ecc.ecc. Ripartiti in quasi due ore siamo a Germa, dove imbocchiamola pista che ci porterà ai laghi di Awbari. Prima però dobbiamo fare un po di spesa: acqua, benzina e carne, che però non troviamo. Ci fermiamo in un ristorante per una zuppa e del pollo con riso, un paio di telefonate a casa e via verso i laghi.
La pista è molto bella, ma troppo consumata: si estende per una larghezza di addirittura 500/600 metri, per i quali è completamente tracciata e macinata dai solchi dei 4x4. Guidare la moto non è affatto semplice, nelle mie condizioni poi non ne parliamo proprio: il manubrio sbacchetta e cerca di chiudersi a seconda dei solchi che la ruota incrocia sulla sabba. Tutto questo per una 40na di km, euivalenti a circa un paio d'ore di cammino. Dopo un po', data la fatica e l'insopportabilità della guida, io e Andrea siamo costrettio a cercare sabbia non solcata da altri mezzi ai margini della pista, facendo i passaggi più difficili: non che fossero impossibili,ma ho riscontrato maggiore difficoltà e soprattutto paura nello scavalcare le dune non sapendo cosa ci fosse dietro, e col terrore di non poter usareil piede destro. Dopo n po' di passaggi si capisce comunque che la forma delle dune è abbastanza regolare, e comincio a prenderci anche gusto. Ovviamente ho guidato sempre seduto, ma per alcuni momenti mi sono addirittura dimenticato di avere un problema fisico ad un arto. Arriviamo senza perderci troppo in chiacchiere al lago più importante, quello di Gabron. Ci fermiamo per un tè ed un'arancia e mentre la guida Musa coni suoi amici riparte per trovare legna per il campo mobile, io e Andrea ci diamo ai souvenir. Tornato il pick-up a prenderci, si riparte. Non ci allontaniamo molto, Musa sceglie un avvallamento di dune molto in alto, dal quale si vede il lago e che ha l'orizzonte ad Est, completamente sgombro da dune alte, si vede l'orizzonte lontanissimo e bucherellato da piccole dunette. Si presagisce un risveglio in un' atmosfera veramente incancantata






















__________________
R1200 GS Adventure Vaccarella - Rafaniello Superstar Marathon Road - e-betella 400 rr
This is my bike. There are many like, but this one is mine. My bike is my best friend. It is my life. I must master it as i must master my life.Without me, my bike is useless. Without my bike, I am useless. I must ride my bike true. I must be faster then my enemy who is trying to get me. I must roost him, before he gets me. I will.

  #27 (permalink)  
Vecchio 23-01-2011, 09: 32
L'avatar di Pierobull
W LA MOTO
 
Registrato dal: Jul 2009
ubicazione: PIEMONTE
Messaggi: 4,349
predefinito

TROPPO BELLE !!!!!!!!!!!!

__________________
...1991-1992-1993-1994-2005-2010-..
  #28 (permalink)  
Vecchio 25-01-2011, 00: 13
L'avatar di el_conguero
webmunnezz
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Aversa
Messaggi: 7,121
predefinito

Lunedì 10 gennaio 2011 - Ore 22:15 Idri

Siamo in tenda. Scamazzati dalla fatica. Abbiamo appena finito di consumare una zuppa preparata con quello rimasto nella cambusa del pick-up: e cioè pomodoro, cipolla, patate, tonno, olio, aglio e lenticchie. Il motivo di questo pasto è che non abbiamo potuto comprare altri viveri in quanto un problema alla moto di Andrea ci ha costretti ad un campo anticipato. Il tutto è cominciato con una mancata messa in moto per insufficienza di batteria. Rimessa la moto in funzione com i cavi, si sente un brutto rumore provenire dalle punterie; ripartiamo ma la moto non sembra voler funzionare bene. lasciamo l'asfalto alla vista della prima duna dietro la quale ci andiamo a riparare facendo campo. La giornata è stata devastante: 200 km di sabbia tra i llago Gabron ad Awbari e Berghem, prima di Idri. Tanta, tanta sabbia... da odiarla; da desiderare qualcosa di diverso all'orizzonte, ma invece, ogni volta in cima alla duna, vedevamo tante altre dune fino all'orizzonte sconfinato. In più la sabbia è omposta per la maggiore da fech fech, cioè è praticamente farina senza un minimo di compattezza. Mai incontrata una sabbia così: distese pianeggianti di sabbia che a percorrerle sembrano pacificissime, poi invece nel bel mezzo affondavi all'improvviso con la moto nella sabbia fino agli assi delle ruote; muri da svalicare di non facile arrampicata. Discese ad U, cioè con immediate risalite, di sabbia completamente frolla. sempre così per quasi 200 km. Si può ben capire come arriviamo a fine gionata: sudati, stanchi puzzolenti ed affamati. Ed infatti montata la tenda (geniale l'idea di portarci una "2seconds" di decathlon, che ci fa risparmiare ogni giorno tempo ed energie) ci siamo infilati subito dentro desiderosi di relax. Aspettando che la zuppa e ritornando subito demtro dopo mangiao per dornire. Nel frattempo Andrea ha telefonato al suo meccanico (essendo vicini all'asfalto abbiamo campo ai cellulari) il quale gli spiega cheil problema ocn molta probabilità è costituito da un ingolfamento del filtro del'olio, che non manda abbastanza olio alle punterie per lubrificare il gioco valvole. Domani mattina se la moto continuerà a dar probemi cercheremo di sostituirlo. Io invece mi son tolto finalmente la bend ch avevo messo al piede al momento dell'infortunio, e che non ho più tolto. E' venuto fuori un collo piede gonfio come un pallone: messo a fianco di quello sano fa abbastanza impressione.






__________________
R1200 GS Adventure Vaccarella - Rafaniello Superstar Marathon Road - e-betella 400 rr
This is my bike. There are many like, but this one is mine. My bike is my best friend. It is my life. I must master it as i must master my life.Without me, my bike is useless. Without my bike, I am useless. I must ride my bike true. I must be faster then my enemy who is trying to get me. I must roost him, before he gets me. I will.

  #29 (permalink)  
Vecchio 25-01-2011, 09: 50
L'avatar di Gigoz
insalata mista docg
 
Registrato dal: Jun 2009
ubicazione: Sardinia Island
Messaggi: 2,412
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da tonigno Visualizza il messaggio
Già!!

Con la differenza che tu sei più giovane di me ed hai anche mooolta più esperiena enduristica!

Ma dai l'importante è sentirsi giovani dentro e per quello ti
conosco io..... tu sì nu uwaglione.........
__________________
GIGOZ R1200GS
Porceddu Racing Team
  #30 (permalink)  
Vecchio 28-01-2011, 08: 31
L'avatar di el_conguero
webmunnezz
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Aversa
Messaggi: 7,121
predefinito

Martedì 11 gennaio 2011 - Ore 20.00 Wadi Igia
Rieccomiin tenda. E' stata un'altra giornata infausta. Svegliati di buon ora (io dalle 5 grazie al mio piede dolorante, e fino a quell'ora non è che abbia dormito un granchè, in quanto ogni piccolo movimento nel sacco a pelo mi sveglia per il dolore che mi causa). Partiamo alla volta di Idri per fare la spesa e poi della pista sterrata di ritorno per Ghadames. Ma dopo un paio di km sulla strada la moto di andrea ricomincia a dar problemi. Decidiamo di trainarla e grazie a Musa che ci fornisce un robustissimo cavo da traina, attacchiamo le due moto e mi tiro ANdrea e la moto fino per 40 km fino alla prima stazione di rifornimento a Idri. Smontiamo il filtro dell'olio e lo cambiamo (che culo a trovarlo) cambiamo anche l'olio (2 dinari al litro), ma la moto va sempre peggio. Decidiamo allora di caricarla: operazione che ci sembra impossibile ma Musa ci rassicura che ci pensa lui. Ed infatti il pick-up viene caricato in maniera inverosimile, ma al suo motore 4500cc turbo a benzina tutto questo peso non fa una grinza.
[Ops.. mentre sto scrivendo Musa mi chiede di spegnere la luce frontale che uso per scrivere: si sente in lontananza il motore di un'auto sulla pista poco distante. Musa ci spiega che la notte può essere soggetta ad incursioni di predoni ed è quindi meglio non farsi scovare. Ed effettivamente coperto momentaneamente il fuoco e spente tutte le luci è impossibile vederci].
Toenando a noi, caricata la moto si sonoormai fatte le tre di pomeriggio, mangiamo al volo un pezzo di baguette duro come il legno con il tonno e ripartiamo. Giunti sulla pista che sembra una vera e propria autostrada, Musa, che corre come un matto sul toule ondulè, sfaccia una gomma: altra sosta forzata per sostituire la ruota. Si riparte dopo un'altra mezz'ora, superiamo lo sterrato ed imbocchiamo la sabbia. Ancora dune e pista su dune in una zona ricca di vegetazione, finmo a quando sul percorso troviamo un angolino più riparato per fare campo. Un'altra giornata infinita che volge al termine, esausti ma stavolta anche stressati, mangiamoil solito zuppone, anche perchè ad Idri non abbiamo trovato carne, e andiamo a dormire. Anche perchè domattina ci aspetta la levataccia per il tappone finale.






__________________
R1200 GS Adventure Vaccarella - Rafaniello Superstar Marathon Road - e-betella 400 rr
This is my bike. There are many like, but this one is mine. My bike is my best friend. It is my life. I must master it as i must master my life.Without me, my bike is useless. Without my bike, I am useless. I must ride my bike true. I must be faster then my enemy who is trying to get me. I must roost him, before he gets me. I will.

  #31 (permalink)  
Vecchio 05-02-2011, 17: 43
L'avatar di el_conguero
webmunnezz
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Aversa
Messaggi: 7,121
predefinito

Giovedì 13 gennaio 2011 - Frontiera di Dhibet ore 21:00
Orario italiano, finalmente almeno la smettiamo di litigare con gli orologi e l'ora in avanti del fuso libico. Siamo bloccati qui per colpa dei tafferugli civili tunisini: incredibile!! Una delle nazioni tra le più pacifiche almondo è in una sorta di quasi rivoluzione civile e la situazione per turisti e viaggiatori non è delle migliori. Pensavamo di poter affrontare problemi del genere in libia dovuti spesso agli umori di Gheddafi, ed invece il problema è proprio incredibilmente in Tunisia. Sono trascorsi due gironi dif ine viaggio abbastanza estenuanti. Ieri abbiamo portato a termine il tappone: 520 km in tutto di cui i primi 100 ancora di sabbia, per uscire dall'erg di Awbari dal lato di Idri, piana di Wadi Igia, altri 310 km di pista su una steppa praticamente piatta e monotona fino a Derji, da cui abbiamo preso l'asfalto per Gahdames (ultimi 110 km). Sul giorno trascorso in moto non c'è molto da raccontare: abbastanza noioso, per quanto possa sembrare incredibile concepire 300 km di nulla, solo cielo e terra, sulla quale si alungano due strisce di colore più chiaro che indicano la pista da seguire. Arrivati a Derji ho commesso un errore che mai più ripeterò. Essendo le 8 di sera, Musa consiglia di fermarci per mangiare un boccone, ma iomi rifiuto: comincia a scendere il freddo serio ed io non sono attrezzato. In più ho il casco enduro con la visiera da sole, scura, e la notte nel deserto è bia e nera come la pece. Convinto, Musa mi indica di ripartire vero ghadames, mentre loro finito il rifornimento mi raggiungeranno subito, così ottimizziamo i tempi e prenderò meno freddo possibile. "Va bene!" penso, e parto. Per strada, solo, nel buio maggiorato dalla visiera antisole che non tolgo per il freddo, ma anche comunque perchè la strada la vedo, mi vengono 1000 pensieri, soprattutto perchè non vedo il pick-up dei ragazzi raggiungermi. Macino sempre più km con un'andatura sugli 80 km/h, ma dietro continuo a non vedere nessuno. Comincio ad avere il sentore di aver sbagliato strada. Fino a che scorgo sulla dx all'orizzonte una lucina rossa di automobile muoversi nella notte. Il pensiero di aver sbagliato strada comincia a prendere consistenza e concretezza. Intanto, anche se il gps mi da la strada come buona non incontro nessuno. ed i ragazzi nemmenoa rrivano. Avrò percorso circa 50 km da Derji e continuo a correre con la moto su questa lingua di asfalto che compare e scompare dal nero assoluto della notte. 50 km sono tanti ed io sono ormai convinto di aver per qualche assurdo motivo sbagliato strada. Terrorizzato, continuando a guidare comincio a cercare di ragionare sul da farsi: ho il cellulare scarico, inoltre anche se tornassi indeitro sicuro non troverei i ragazzi, ormai ripartiti per Ghadames; in più non so nemmeno se ce la faccio con la benzina. L'unica è tirare dritto sperando che la strada porti a Ghadames o se non è così sperare di trovare un qualcuno di buoni sentimenti che mi faccia usare il suo cellulare per metterci la mia sim e chiamare Andrea. Perso ormai nella disperazione più totale dei miei pensieri, non mi rimane altro da fare che "pregare". Ebbene sì: arreso dalla convinzione di essermi perso, prego Dio di tirarmi fuori da questa situazione che comincia a essere pesantissima da sostenere sia fisicamente (freddo fame e stanchezza) che psicologicamente. Percorsi alrti 4/5 km terminata una curva, scorgo uslla strada un lampione. E' un classico posto di ferma della gendarmerie come ce ne sono tanti in Libia. Mi fermo, e la prima cosa che chiedo al poliziotto che esce dal casotto e se sono in direzione di Ghadames. Mentre la guardia mi da cennoa ffermativo, vedo arrivare da dietro due fari rotondi. E' Musa col suo pick-up. Riparto ringraziando Dio, San Cristofaro (protettore dei viaggiatori che porto sempre al collo quando sono in giro per il mondo) e tutti i miei morti. avrei pianto dallo stress, dalla stanchezza e dal successivo risollevamento, incazzandomi conme stesso per l'errore imperdonabile di aver lasciat ola guida ed esservi avviato da solo in una tale condizione. Arrivati a Ghadames e scaricati i bagagli, mi riprendo con una bella doccia calda, come pure Andrea, e aspettiamo Musa che ci viene a riprendere per portarci a mangiare
__________________
R1200 GS Adventure Vaccarella - Rafaniello Superstar Marathon Road - e-betella 400 rr
This is my bike. There are many like, but this one is mine. My bike is my best friend. It is my life. I must master it as i must master my life.Without me, my bike is useless. Without my bike, I am useless. I must ride my bike true. I must be faster then my enemy who is trying to get me. I must roost him, before he gets me. I will.

  #32 (permalink)  
Vecchio 08-02-2011, 18: 31
baby
 
Registrato dal: Jul 2009
Messaggi: 19
predefinito

Ti stimo ...

Che gran bel viaggio !!!

Bravi.
Chiudi la discussione

Tag
2011, diario, foto, libia, viaggio, video

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are attivo
Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 20: 24.


Powered by vBulletin versione 3.7.4
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.

WLAMOTO.COM Associazione Sportiva Dilettantistica