W LA MOTO Forum W LA MOTO Forum

Vai indietro   W LA MOTO Forum > AREA FORUM > ENTRA NELL' AREA FORUM > W LA MOTO > MotoCaffè

MotoCaffè
Il piccolo bar dove quotidianamente ci fermiamo con le nostre amate moto per un caffè o quattro chiacchiere tra amici

Rispondi
 
LinkBack Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
  #1 (permalink)  
Vecchio 07-02-2012, 18: 17
L'avatar di tonigno
'O Zumo 'e Furcèll'
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Napoli
Messaggi: 8,293
predefinito Nico Cereghini: "Come definite il vero motociclista?"

Ciao a tutti! Per una volta torno subito sull’argomento precedente: il mio pezzo sul cambio che ballava da destra a sinistra sta diventando l’occasione di un’odiosa polemica tra i diversi modi di usare la moto. Motociclisti contro scooteristi, e “cambiatori” contro i sostenitori dell’automatico. Il gelo ci blocca? Magari possiamo spingerci un po’ più avanti nei ragionamenti.
Quando dicevo che “il vero motociclista il cambio lo vuole” pensavo di ribadire un’ovvietà. Non voglio offendere nessuno, e nessuno per favore si senta offeso, ma mi pare innegabile che la cambiata volontaria sia più appassionante di quella automatica o semi automatica. Può essere una cambiata imperfetta, o incerta, o rumorosa, o superflua, anticipata o ritardata, una cambiata vergognosa che finisce in sfollata, ma il bello della guida, soprattutto della guida della moto, è anche lì: uno prova, sbaglia, studia, riprova, si migliora; e quando arriva a rasentare la perfezione -magari fino al momento supremo della “scalata senza frizione, a moto inclinata e con il cardano”, per dire di una contorsione mentale di certi vecchi motociclisti come me- allora prova una grande soddisfazione. Che l’automatico non gli potrà mai dare.



Qui non si tratta di squalificare chi ama il cambio automatico. In certe condizioni piace molto anche a me, mi è piaciuta la Mana dell’Aprilia quando l’ho provata come la Honda VFR 1200 DTC. E dicendo che “il vero motociclista il cambio lo vuole”, non volevo certo affermare che allora, per la proprietà transitiva, chi usa l’automatico non è un vero motociclista. No, no, io penso che il vero motociclista può benissimo avere la moto con il cambio automatico, e ha tutto il mio rispetto; purché sia consapevole di rinunciare ad Come per gli scooter. Premesso che gli scooter, almeno quando li incontro fuori città, io li saluto tutti, dico che c’è scooter e scooter. Intanto, la guida di uno scooter sportivo come il T-Max è gratificante anche senza il cambio, provare per credere; e poi, anche se la maggior parte dei T-Max che incrocio a Milano sono palesemente guidati da gente che non ha alcuna idea di come si porti una moto, io arrivo a pensare che chi circola con il T-Max possa anche essere un vero motociclista. Magari un motociclista che vuole provare esperienze diverse, o vuole accontentare la moglie che sulla FZ1 ha paura, o ha la caviglia sinistra in disordine, o saranno cavoli suoi.

La differenza, come giustamente hanno scritto alcuni di voi, la fa il comportamento e non il veicolo. Se proprio vogliamo definire il vero motociclista, senza cadere nella retorica e senza fingere di essere perfetti, come facciamo? Io provo a dire che è quello che sa guidare, che si comporta bene, che normalmente rispetta il più possibile le regole, che saluta ed aiuta tutti gli altri motociclisti. A voi la più corretta definizione personale.



Nico Cereghini

Fonte:moto.it
__________________
V Strom 650 ..... KALIMERA! .... la "pulcina" grigio/nera!
Rispondi quotando
  #2 (permalink)  
Vecchio 07-02-2012, 18: 22
L'avatar di Roxter
giobbe
 
Registrato dal: Nov 2008
Messaggi: 1,451
predefinito

Certo è che con lo sputer non mi saluta nessuno.

Neanche quando vedo una moto lontana un miglio e comincio a lampeggiare ed a sbracciarmi come un idiota per tutto il tempo in cui i nostri sguardi si incrociano....
__________________
R1200GS ADV Triple Black
EX R850RT - Tufina Cum Ohlins
EX KTM 990 SMR - Iaia
EX R1200GS - Delia
EX MTS1000DS - Topona
EX R1150R Rockster ed. 80 - Juliet
Noooooooo.....il motorino nooooooooooooooooo.......
Rispondi quotando
  #3 (permalink)  
Vecchio 07-02-2012, 18: 30
L'avatar di tonigno
'O Zumo 'e Furcèll'
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Napoli
Messaggi: 8,293
predefinito

Io son d'accordo con Cereghini.
Mi piacerebbe tanto provare una moto col cambio semiautomatico tipo il vfr 1200 o la Mana e vedere come va.
Tutto sommato credo che cambierebbe solo l'approccio ai comandi e ci sarebbe da affrontare una nuova "sfida" nel riuscire comunque ad impartire gli "ordini" al tuiop veicolo in modo diverso!
E' un pò quel che ho imparato a fare dopo alcuni mesi usando la macchina col cambio automatico/sequenziale ed ora non torneri più indietro!
__________________
V Strom 650 ..... KALIMERA! .... la "pulcina" grigio/nera!
Rispondi quotando
  #4 (permalink)  
Vecchio 08-02-2012, 07: 29
L'avatar di franzz
junior
 
Registrato dal: Dec 2009
ubicazione: napoli
Messaggi: 178
predefinito

la moto e' nata cosi come la conosciamo , per me , cambio automatico e altre assurdita' , se si e' capaci di guidare una moto bene , se no si lascia stare , semplice e puro , il motociclista e' questo , semplice e' puro .
Rispondi quotando
  #5 (permalink)  
Vecchio 09-02-2012, 11: 58
L'avatar di tonigno
'O Zumo 'e Furcèll'
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Napoli
Messaggi: 8,293
predefinito

Già ..... peccato però che pare che la stratosferica superiorità Honda in moto GP, nell'ultimo anno, sia da attribuire molto probabilmente ad un cambio assistito da doppia frizione automatica, e che da anni sulle Moto Gp ci sia l'assistenza in scalata e il dispositivo che evita le derapate in uscita curva!!



Ma non è che Stoner, Lorenzo, Rossi, Hyden Pedrosa e tutti gli altri alla fine sono dei "brocchi"??

__________________
V Strom 650 ..... KALIMERA! .... la "pulcina" grigio/nera!

Ultima modifica di tonigno : 09-02-2012 a 15: 19
Rispondi quotando
  #6 (permalink)  
Vecchio 15-02-2012, 10: 54
L'avatar di dilan962
baby
 
Registrato dal: Jan 2010
ubicazione: Palermo
Messaggi: 19
predefinito

Pur riconoscendo i pregi dell'automatico,personalmente provo la guida del cambio manuale più coinvolgente ,al di là delle prestazioni che si possano raggiungere.
Il contatto è molto più diretto , e ci si sente un tutt'uno con la moto. Naturalmente ,secondo il mio personale gusto e parere,e senza nulla togliere al piacere che la guida in automatico può dare.
Rispondi quotando
Rispondi

Tag
cereghini, nico

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are attivo
Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 16: 10.


Powered by vBulletin versione 3.7.4
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.

WLAMOTO.COM Associazione Sportiva Dilettantistica