W LA MOTO Forum W LA MOTO Forum

Vai indietro   W LA MOTO Forum > AREA FORUM > ENTRA NELL' AREA FORUM > GLI APPUNTAMENTI DEGLI ISCRITTI A W LA MOTO > Reports

Reports
I vostri racconti e le vostre avventure. Ancora meglio se illustrati da foto e video

Rispondi
 
LinkBack Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
  #1 (permalink)  
Vecchio 14-09-2012, 02: 42
L'avatar di Mr K
boy
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Caserta
Messaggi: 59
predefinito RECENSIONE - Multistrada 1200 S Touring

Le mie impressioni dopo 12.600 km percorsi in 8 mesi di emozioni in sella alla mia Duchessa...


Direi che è giunta l'ora di scrivere una breve recensione sulle impressioni che finora hanno caratterizzato il mio rapporto con la mia Ducati Multistrada 1200 S Touring.

Sperando possiate gradire.

Estetica
Beh, nonostante si tratti di un argomento del tutto soggettivo, l'impatto estetico con la 'prescelta' non è mai da sottovalutare.
E la Multistrada 1200 mi ha sempre affascinato, sin dal primo sguardo (EICMA 2009).
Dinamicamente spigolosa, con buone finiture generali e dei dettagli davvero ben progettati (quali ad es.il monobraccio posteriore, i cerchi, il doppio terminale di scarico, il sistema integrato di aggancio/sgancio delle borse laterali, gli indicatori di direzione integrati nei paramani) e quell'area da sportiva-rassicurante, che ti invita quasi ad accomodarti sulla sua confortevole sella (molto comoda ed ampia anche quella del passeggero). Insomma, MULTI anche esteticamente.
Certo non è (ancora) un'icona come lo sono ad esempio il GS ed il Kappone, ed inoltre si potrebbero migliorare gli accoppiamenti delle plastiche (tolleranze un po' FIAT-Style).
Ma complessivamente a me piace molto. Specie nel colore Titanium matt, scoperto casualmente (prima della presentazione ufficiale) perché scorrazzava intorno a Borgo Panigale, dove mi recai per la visita al Museo Ducati.

Voto: ****

Motore e dotazione tecnica
Che dire riguardo al motore Testastretta 11°...
Si tratta del suo punto di forza. Potente, tanto potente, eppur tanto godibile.
150 CV si sentono eccome, ma non ti mettono mai in imbarazzo o difficoltà. Anzi... Sotto certi aspetti direi che la progressione è sin troppo 'scientifica'.
Un po' di ignoranza in stile KTM non avrebbe guastato, ma mi sa che in futuro ci dovremo abituare sempre più all'intellighenzia delle moto moderne.
Per essere un bicilindrico tanto potente è molto fluido e docile ai bassi, anche se confesso che un po' mi manca la versatile fluidità del 3 cilindri TRIUMPH (ed anche il suo sound).
Tale docilità la si incrementa ancor di più ricorrendo ai riding-mode con 100 CV.
Riding mode è il concetto intorno cui ruota il progetto Multistrada 1200.
Si tratta di 4 diverse mappature (Urban, Enduro, Touring e Sport) caratterizzate da due livelli di potenza (100 CV per Urban ed Enduro e 150 CV per Sport e Touring) e 4 curve di erogazione distinte.
Nell'ambito di ogni riding-mode è possibile definire la sensibilità del DTC (controllo di trazione), oltre ovviamente alla regolazione delle sospensioni elettroniche OHLINS.
L'ABS (che agisce su entrambe le ruote) è ovviamente di serie e disinseribile.
Il comando dell'acceleratore, manco a dirlo, è del tipo ride by wire, ma non è caratterizzato da un eccessivo ritardo nella risposta.
La strumentazione la trovo molto bella e completa, anche se io avrei aggiunto con un piccolissimo sforzo il cruise control, che deve essere molto utile in autostrada.
Utilissime (e non me lo sarei aspettato) le manopole riscaldabili, regolabili su tre livelli di potenza.
Altra chicca un po' bauscia è il sistema Hands Free, caratterizzato dall'assenza del blocchetto di accensione. Basta avere la chiave transponder addosso per accendere/spegnere la moto e bloccare/sbloccare il manubrio. Tale sistema HF è tra i componenti che storicamente hanno dato più problemi ai possessori di MTS 1200, ed ovviamente anche io non ho fatto eccezione.
Ma nel mio caso si è trattato solo di qualche cilecca, non di un vero e proprio guasto.
In ogni caso l'HF resta un sorvegliato speciale che potrei cambiare in garanzia.
In ogni caso credo si possa convenire dicendo che la mia Duchessa è davvero ben dotata…

Voto: *****

Cambio
Direi senza infamia e senza lode. Preciso, ma non come gli orologi svizzeri (ogni tanto si impunta la seconda marcia, altra caratteristica comune a parecchi modelli) e abbastanza morbido.
La frizione invece è un gran piacere: molto leggera e stacca sempre alla perfezione.
La regolazione della leva poi consente di trovare sempre il giusto feeling.

Voto: ***

Ciclistica e maneggevolezza
Una delle caratteristiche del Multistrada che mi ha colpito sin dall’inizio è stata la maneggevolezza da fermo. È una moto che a guardarla sembra grossa e quindi pesante, ed invece… Solo 192 kg. Un vero peso piuma (beata lei) considerando la stazza, che specie senza baule e borse, si sposta quasi come uno scooter.
Il telaio è un'altra chicca. Bello anche solo a guardarlo… Un accoppiamento di travi in alluminio e tralicci nero opaco che si conclude posteriormente con un monobraccio da fare invidia anche ad un capolavoro artigianale.
Un sapiente mix di acciaio alluminio e magnesio davvero ben riuscito.
Dal punto di vista dinamico direi che, come perl'erogazione dell motore, anche in questo caso la scienza ha prevalso.
La moto è molto rigida e di conseguenza non proprio una scheggia nel misto stretto, ma evidentemente questo è lo scotto da pagare per garantire ad una moto dal baricentro alto una tenuta di strada elevata anche e velocità tedesche. Velocità alle quali la Multistrada sembra 'virare' con una stabilità in stile caccia bombardiere. Davvero emozionante…
Tornando all’agilità nel misto stretto però devo dire che con un po’ di malizia ed esperienza nell’utilizzare il manubrio (spingendolo o tirandolo per intenderci) la Multistrada sembra abbastanza arzilla per essere una sport tourer.
Insomma, alla voce ciclistica non eccelle, ma non dispiace. Anzi…

Voto: ****

Sospensioni
Dici OHLINS e dici tutto… Se poi queste chicche della meccanica sono totalmente regolabili con dei click elettronici (persino in movimento), beh il divertimento è assicurato!
A me piace molto usare il riding mode Enduro (sospensioni morbide) per copiare le asperità delle nostre strade cittadine, dove buche ed insidie non mancano mai.
Ma quando il gioco si fa duro e le curve serie… Con il riding mode sport hai voglia a giocare: 150 CV e sospensioni dure e precise.
Insomma, nulla da eccepire.

Voto: *****

Freni
Si parla di un sistema frenante Brembo, con doppio disco anteriore da 320 mm e pinze radiali a 4 pistoncini ed un singolo disco posteriore da 245 mm mono pistone.
L’anteriore, benché abbia una modularità turistica, non ti fa sentire mai scoperto, specie se superi l’inerzia dei primi mm di corsa della leva (totalmente regolabile). Certo se hai pretese racing come qualche mio amico… Allora l’upgrade è consigliato.
Il posteriore invece è decisamente più modesto e poco efficiente, ma del resto serve solo a dare l’effetto placebo.
Come già detto, l’ABS Brembo/Bosch agisce su entrambe le ruote ed è disinseribile a quadro acceso e moto ferma.
Io lo trovo abbastanza discreto negli interventi; ricordo che non gradiva molto (a ragion veduta) il pavé lungo la discesa ripida di Ragusa Ibla, ma sulle strade bianche è opportuno ricordarsi di disinserirlo.

Voto: ****

Comfort
A riguardo devo dire che sono rimasto molto piacevolmente sorpreso.
Mi aspettavo di imbattermi in una moto sportiva più che turistica, e quindi di soffrire un po’ di dolori a collo, braccia, gambe ecc. Invece la Multistrada 1200 è decisamente una moto comoda per affrontare agevolmente lunghe percorrenze.
Posizione di guida eccellente (giusto compromesso tra quella infossata in stile GS e quella alta in stile cavallo Kappone) ed una buona protezione aerodinamica, anche con il parabrezza di serie, che si alza e si abbassa svitando due grandi rotelle (avrei preferito un sistema più agevole con la moto in movimento, magari in stile RT).

Voto: *****

Affidabilità e costi di manutenzione
Anche se quando si parla di affidabilità gli scongiuri non sono mai troppi (sgrat sgrat), devo dire che anche su questo capitolo la Multistrada 1200 mi ha davvero piacevolmente sorpreso.
Nessun problema, nessun ml di olio consumato, nessuno spegnimento, nessuna mancata partenza, niente di niente (ad eccezione di qualche cilecca all’HF, sopra riportata).
Roba da far impallidire anche i giapponesi.
Se poi a tutto ciò sommi degli intervalli di manutenzione molto lunghi (ogni 12.000 km), la soddisfazione non può che essere massima.
Tra l’altro oggi ho scoperto con piacere che il tagliando standard (eseguito a regola d’arte dal concessionario ufficiale PMC Motostore S.r.l. di Napoli), costa sensibilmente meno della concorrenza: olio motore + filtro + olio freno e frizione + vari controlli previsti dal libretto uso e manutenzione + manodopera = 160 EUR).
Insomma, punteggio pieno!

Voto: *****

Consumi
Anche in fatto di consumi, la malizia e l’esperienza pagano.
All’inizio confesso che ero molto preoccupato dai consumi, che si attestavano intorno ai 12,5 – 13 km/l.
Ma con i chilometri e la familiarità del mezzo ho capito che con una guida più smart (e non intendo dire parsimoniosa) i consumi potevano scendere sensibilmente; attualmente infatti, nonostante io non sia famoso per la mia guida scooteristica, i consumi si attestano tranquillamente tra i 14-15 km/l; non male per una bestiolina del genere.
Ma chi invece vorrebbe usarla per battere il record di autonomia, senza lasciarsi tentare dalla potenza che può scoppiare con la sola imposizione della mano dx (stile mago Oronzo), potrebbe facilmente raggiungere i 18 km/l.
Ma a quel punto io preferisco andare in mountain bike…

Voto: ****

Concludendo, direi che ad oggi posso essere più che soddisfatto della scelta fatta.
Non vedo in giro una moto migliore, almeno nel segmento sport-touring.
Certo, potendone avere due – tre – quattro, di altre moto da comprare ce ne sarebbero…
Ma come moto unica, la Multistrada non si batte: potente, confortevole, bella, con una componentistica da far invidia. Certo non è proprio regalata… Ma del resto la moto è una passione, e come si sa, le passioni costano, e pure tanto!
Insomma, nonostante Ducati, in pieno stile Audi, stia già tramando un restyling dopo solo tre anni… Non posso che concludere con un bel complimento a mamma Ducati!

Grazie dell’attenzione!
LAMPS
Rispondi quotando
  #2 (permalink)  
Vecchio 14-09-2012, 08: 02
L'avatar di Roxter
giobbe
 
Registrato dal: Nov 2008
Messaggi: 1,451
predefinito

E non vogliamo mettere un bello zero spaccato al sound della moto in configurazione originale?

Se il suono di una moto deve appagare il proprietario della stessa, la mulitistrada appaga come un porcospino nelle mutande...
__________________
R1200GS ADV Triple Black
EX R850RT - Tufina Cum Ohlins
EX KTM 990 SMR - Iaia
EX R1200GS - Delia
EX MTS1000DS - Topona
EX R1150R Rockster ed. 80 - Juliet
Noooooooo.....il motorino nooooooooooooooooo.......
Rispondi quotando
  #3 (permalink)  
Vecchio 14-09-2012, 09: 03
L'avatar di yurisalvatore
t'futt!!!!
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: AVERSA
Messaggi: 2,821
predefinito

ottima recensione Mr K

quindi la ricompreresti??
Rispondi quotando
  #4 (permalink)  
Vecchio 14-09-2012, 17: 56
L'avatar di Mr K
boy
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Caserta
Messaggi: 59
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da Roxter Visualizza il messaggio
E non vogliamo mettere un bello zero spaccato al sound della moto in configurazione originale?

Se il suono di una moto deve appagare il proprietario della stessa, la mulitistrada appaga come un porcospino nelle mutande...
Per essere un bicilindrico tanto potente è molto fluido e docile ai bassi, anche se confesso che un po' mi manca la versatile fluidità del 3 cilindri TRIUMPH (ed anche il suo sound).

Leggendo tra le righe l'avresti trovato.
C'è da dire che per me non è poi così importante, altrimenti un bel Termignoni corto in carbonio me lo sarei regalato.
Posted via Mobile Device
Rispondi quotando
  #5 (permalink)  
Vecchio 14-09-2012, 17: 59
L'avatar di el_conguero
webmunnezz
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Aversa
Messaggi: 7,121
predefinito

grazie e complimenti per la recensione
__________________
R1200 GS Adventure Vaccarella - Rafaniello Superstar Marathon Road - e-betella 400 rr
This is my bike. There are many like, but this one is mine. My bike is my best friend. It is my life. I must master it as i must master my life.Without me, my bike is useless. Without my bike, I am useless. I must ride my bike true. I must be faster then my enemy who is trying to get me. I must roost him, before he gets me. I will.

Rispondi quotando
  #6 (permalink)  
Vecchio 14-09-2012, 17: 59
L'avatar di Mr K
boy
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Caserta
Messaggi: 59
predefinito

Quote:
Originariamente inviata da yurisalvatore Visualizza il messaggio
ottima recensione Mr K

quindi la ricompreresti??
Certo Sal... Anche se in generale mi attizzano molto le novità.
E pare che l'anno prox almeno un paio interessanti ne usciranno.
Posted via Mobile Device
Rispondi quotando
  #7 (permalink)  
Vecchio 15-09-2012, 11: 53
L'avatar di tonigno
'O Zumo 'e Furcèll'
 
Registrato dal: Nov 2008
ubicazione: Napoli
Messaggi: 8,293
predefinito



Grande recensione!!
Complimenti!!
__________________
V Strom 650 ..... KALIMERA! .... la "pulcina" grigio/nera!
Rispondi quotando
Rispondi

Tag
1200, multistrada, recensione, touring

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato
Trackbacks are attivo
Pingbacks are attivo
Refbacks are attivo
Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 17: 45.


Powered by vBulletin versione 3.7.4
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.

WLAMOTO.COM Associazione Sportiva Dilettantistica